11 alimenti che il tuo gatto non deve mai mangiare

Lo sapevi che esistono dei cibi che i gatti proprio non possono mangiare? Sono undici gli alimenti che i veterinari sconsigliano per il nostro peloso amico. Vediamo quali.

  1. L’avocado – le foglie, il frutto e i semi contengono un principio tossico chiamato persin che crea problemi gastrointestinali e problemi respiratori, in caso di assunzione eccessiva può provocare anche la morte.
  2. Gli alcolici – hanno gli stessi effetti epatici e celebrali che hanno sull’uomo, con la differenza che sono sufficienti quantità molto minori per provocare seri disturbi. Possono provocare intossicazione, coma e nei casi più gravi la morte.
  3. Le caramelle e le gomme – lo xilitolo, contenuto in molti di questi prodotti come dolcificante, è tossico per i gatti. Può causare l’abbassamento livelli di glucosio nel sangue, depressione del sistema nervoso centrale, perdita di coordinazione e spasmi dopo 30 minuti dalla sua ingestione.
  4. Il cioccolato, il cacao, il caffè e il the –  caffeina, teobromina e teofillina, contenuti in questi alimenti, stimolano il sistema nervoso centrale e il cuore, inoltre non vengono ben metabolizzati dall’organismo del gatto. In particolare la teobromina può provocare intossicazione. I disturbi sono convulsioni, vomito, fino all’attacco cardiaco e nei casi peggiori, il decesso.
  5. La cipolla, l’aglio e l’erba cipollina – contengono solfossidi e disolfuri, composti chimici che possono danneggiare i globuli rossi. L’assunzione prolungata nel tempo favorisce l’insorgere dell’anemia.
  6. Il fegato – in grandi quantità può causare tossicità della vitamina A, che colpisce i muscoli e le ossa, e deposito di rame nel fegato. Causa deformazione ossea, osteporosi  e può portare alla morte.
  7. Il latte e suoi derivati – i gatti non sono in grado di digerire il lattosio, lo zucchero contenuto nel latte. Dunque meglio evitare o optare per prodotti specifici per i felini per evitare problemi digestivi, mal di pancia, diarrea.
  8. Gli omogeneizzati per bambini – spesso negli omogeneizzati è presente la polvere di cipolla come aromatizzante, la cui minima quota può già essere responsabile di danni a livello eritrocitario. L’assunzione favorisce l’insorgere dell’anemia.
  9. Le ossa spolpate e/o ricoperte di grasso – le ossa sono troppo dure per i denti di un gatto e sono pericolose per l’apparato digerente. Il grasso può causare problemi digestivi. Inoltre, possono causare lacerazioni interne, ostruzioni, perforazioni e/o infezioni intestinali e soffocamento.
  10. Il pesce crudo – l’assunzione prolungata nel tempo provoca la distruzione della tiamina, una vitamina B essenziale per la salute del gatto. Crea problemi neurologici, convulsioni e coma.
  11. L’uovo crudo – può contenere salmonella, meglio servirlo cotto e poco spesso per evitare l’intossicazione, fino alla pancreatite.
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *